CoffeeMania. Dove comprare caffè all’ingrosso online

Ora che capsule e cialde di caffè sono un must, un elemento irrinunciabile degli italiani, esse sono più che facilmente reperibili. Anzi, c’è la “caccia” ad acquistarle a prezzi sempre più competitivi. Quindi, oltre a tenere d’occhio le offerte settimanali dei supermercati – grande distribuzione, quindi -, dare uno sguardo ai rivenditori mono o plurimarca specializzati in cialde e capsule di caffè, l’italiano medio ha rivolto il suo sguardo alle vendite online. Oltre ai canali web tradizionali come i siti dei brand più famosi, o ai grandi rivenditori come Amazon o Ebay, le persone si rivolgano sempre più ai grossisti. Comprare caffè online all’ingrosso si è rivelato pratico e conveniente tanto per i dettaglianti o possessori di partita IVA quanto per i privati. Difatti, se prima comprare da un grossista era un’azione tipica dei dettaglianti, dei ristoratori, di grandi aziende o uffici, ora che i grossisti vengono anche ai privati anche le famiglie hanno accesso ai prezzi competitivi che questi store online offrono.

 

Metaforicamente parlando, comprare caffè online all’ingrosso è come entrare in un magazzino sterminato, super rifornito sia per quantità che per tipologie di marche e miscele. Questo perché i grossisti hanno volumi di vendita nettamente superiori anche alla gdo per quel determinato settore, ricevono ordini molto cospicui e possono fare richieste direttamente alle case madri. Il grossista tratta il prezzo – sulla base dei grandi volumi di ordini che ha mensilmente/annualmente – con l’azienda produttrice di caffè (ossia direttamente, ad esempio, con Lavazza, Borbone, Illy, Nespresso…) garantendo ordini costanti e continui, quindi, inevitabilmente sarà favorita nel prezzo a cui gli viene ceduta la merce. Questo si ripercuote, sul prezzo che il grossista a sua volta può fare al cliente, che, nel caso di un privato avrà un notevole risparmio perché ci saranno meno intermediari tra lui e la fonte, quindi meno ricarichi. Il prezzo unitario a cui è possibile comprare caffè online all’ingrosso è più basso anche quasi di dieci centesimi rispetto a quello che una persona qualunque pagherebbe sugli scaffali del supermercato, ad esempio.

 

Il risparmio e la facilità di acquisto hanno orientato gli italiani a comprare caffè online all’ingrosso. Ovviamente, poi all’aumentare del quantitativo ordinato il prezzo unitario scende, quindi c’è una notevole convenienza ad acquistare centinaia di capsule in una sola volta, anche per una famiglia o una piccola azienda. Tanto il conto è presto fatto, con una media di tre caffè al giorno a persona – adulti ovviamente – già in una coppia vanno via 180 cialde o capsule di caffè al mese, poi aggiungi gli ospiti, aggiungi qualche caffè extra ed ecco che si toccano i 200 caffè mensili, il che significa ben oltre i 2000 caffè annui. Capsule e cialde di caffè sono prodotte in atmosfera protettiva appositamente per preservarne la fragranza e l’aroma a lungo, tanto che sono garantite per 2 anni dopo la data di confezionamento. Quindi la lenta deperibilità della merce unita all’alto consumo, fanno sì che i rivenditori acquistino importanti partite di caffè all’ingrosso online, perché a loro volta potranno rivenderli agevolmente ai privati, certi che il loro prezzo sarà pressoché imbattibile.

 

Comprare caffè all’ingrosso online, dicevamo, è anche sinonimo di rapidità ed efficienza. I grossisti lavorano l’ordine nell’arco della giornata lavorativa, spedendolo tramite corriere che a sua volta consegnerà la merce al domicilio indicato entro 48h massimo – isole e alcune località potrebbero essere un po’ penalizzate, ma questo dipende dai corrieri. Il pagamento avviene online con carta di credito, bonifico anticipato o con un piccolo sovrapprezzo in contrassegno al momento della consegna direttamente al corriere. Quindi, con pochi semplici passaggi – eventuale registrazione al sito, compilazione form online e pagamento – nell’arco di massimo due giorni si avrà il caffè consegnato all’indirizzo indicato, ad un prezzo estremamente conveniente. Difficilmente si può fare di meglio che comprare caffè all’ingrosso online.

Cosa è la velocità di download

Quando si effettua uno speed test, di solito lo si fa per verificare degli elementi della propria connessione internet. Tra questi c’è senza dubbio la velocità di download, la velocità di upload, il ping e tanti altri ancora, di seguito ci si soffermerà appunto sulla velocità di download.

Quest’ultima è sempre stata fondamentale per tutti gli utenti, infatti la tecnologia ha fatto e continua a fare passi da gigante per consentire sempre il massimo della velocità per la connessione internet. Un esempio potrebbe essere quello della fibra ottica che garantisce un ottimo servizio a tutti coloro che necessitano di una buona connessione che dagli speed test risulta avere anche 1000 mega in download.

Significa quindi che si avrà a disposizione un’offerta dove la navigazione in internet sarà sicuramente efficace e veloce, con siti che si possono caricare in pochissimo tempo sul proprio desktop o dispositivo touch. Un esempio di buona velocità in download potrebbe essere quella compresa tra i valori di 7 e 10 mega, rilevati ovviamente grazie a testvelocita.it, un sito che consente in tempo reale di effettuare speed test adsl.

Quello che c’è da sapere sulla velocità di download

La parola download significa scaricare e quindi la velocità di questa operazione sta a rappresentare tutto il tempo che viene impiegato per trasferire dalla rete al proprio pc dei file, foto, video o documenti. È quindi essenziale che quando si effettua uno speed test, la velocità di download sia abbastanza alta. Così come per la velocità di upload, quella di download viene calcolata in megabit o in kilobit, conosciuti anche come mbps o kbps.

Ovviamente il valore della velocità di download determinata da test adsl dipende dall’ampiezza di banda ed è proprio per questo che è necessario informarsi sempre, soprattutto prima di stipulare contratti con aziende che devono almeno garantire un minimo di mbps o kbps per la propria connessione, dunque è di fondamentale importanza il minimo di banda larga garantito, che rappresenta appunto una connessione con alta velocità sia di upload che di download.

Come calcolare la velocità di download della propria connessione internet

Calcolare la velocità di download della propria connessione di rete è molto facile, ci sono innumerevoli applicazioni o software adatti al caso, ma qualora non si voglia perdere tempo ci sono anche dei siti che consentono in 23 o 30 secondi di definire tutti gli elementi della propria rete internet,

Tra i tanti c’è sicuramente da consigliare testvelocita.it che in un brevissimo arco di tempo darà tutte le informazioni che servono in tempo reale. Di solito si effettua uno speed test a causa di anomalie di connessione, queste si presentano soprattutto in zone rurali con molte difficoltà per la connessione internet in quanto i costi perle infrastrutture e la banda larga sono veramente elevati.

Ovviamente c’è da dire che la velocità di download che viene indicata nei contratti è sempre relativa al limite massimo raggiungibile e dunque non è detto che bisogna sempre viaggiare a quel tipo di velocità, anzi molto spesso si parla di molti mbps in meno rispetto a quelli promessi e ciò non significa che la propria connessione sia lenta.

È importante anche dire che nel momento in cui si effettua uno speed test non bisogna fare operazioni di download o avere programmi in esecuzione, questo perché poi si andrebbe a falsare il risultato del test adsl, dunque è necessario che tutte le operazioni che potrebbero arrecare problemi alla valutazione di connessione, vadano chiuse prima di effettuare uno speed test.

Un esempio di velocità di download buona potrebbe essere quella che va dai 7 ai 10 mega per una semplice adsl fino ad arrivare alla fibra ottica o alla ultra fibra che rispettivamente arrivano a 30 mega e anche oltre 200 mega. Questi dati relativi alla velocità quindi è sempre possibile ricavarli grazie agli speed test online che in brevissimo tempo riescono a far capire l’andamento della connessione di rete che si sta utilizzando in quel preciso istante.

Qualora si abbiano dei dubbi non resta altro che collegarsi ad internet, spegnere i programmi in esecuzione, mettere in pausa i download e gli upload per poi utilizzare testvelocita.it per effettuare un test velocità adsl che riesca a rispecchiare correttamente i dati della propria connessione internet.

Internet Point: consigli per aprire l’attività

Oggigiorno tutti possiedo possiedono un pc, uno smartphone e di conseguenza una connessione internet. Allora perché aprirsi Internet Point e Internet Café?

Ovviamente conviene aprire un Internet point in una grande città che ha inoltre una buona affluenza turistica. Nelle grandi città, infatti, la possibilità che serva un internet point è più probabile, perché i turisti, soprattutto quelli oltreoceano, non dispongono il più delle volte di una linea internet e quindi hanno la necessità di affidarsi ad un internet point o cafè. Altro punto a vantaggio, sarebbe quello di aprire il negozio vicino ai centri universitari, scuole o zone molto affollate.

Centri internet: valore aggiunto

Per gli internet point il vantaggio sarà, oltre a quello di fornire un accesso a internet, anche la possibilità di stampare le ricerche fatte online, quindi stampanti di ultima generazione e anche un servizio fax, diversi pc, webcam e per chi apre vicino un’università anche di rilegare tesi. Altro vantaggio in un internet point è quella di ampliare la propria attività fornendo anche un servizio vendita di cancelleria, come cartucce, chiavette USB, cd, programmi utili per pc, fogli e tutto ciò che serve. Gli Internet Cafè, invece, sotto questo punto di vista, sono degli ottimi punti dove la gente, soprattutto gli universitari, possono studiare, fare le proprie ricerche online e anche studiare.

Internet Point: requisiti essenziali

Quando si decide di aprire un negozio del genere, non devono mancare dei requisiti che servono assolutamente al proprietario: offrire i propri servizi in maniera semplice, veloce e dare grande disponibilità. Inoltre, bisogna che ci sia una grande predisposizione e passione per il mondo digitale. Un valore aggiunto è quello di avere una spiccata capacità relazionale. 

Punto essenziale dell’aprire un internet point è il servizio di connessione Internet. Quando si deve installare la linea internet, cosa fondamentale è controllare la copertura Adsl in quella determinata zona. Per controllare la copertura Adsl nella propria zona di riferimento, basta andare sul sito dell’operatore prescelto e inserendo i dati richiesti si può verificare che tipo di copertura Adsl c’è.

Importante nell’aprire un internet point è la giusta pubblicità che bisogna fare per far conoscere la propria attività. Un’ottima mossa è quella di attivare promozioni e sconti.

Ottima strategia prima di aprire l’attività è quella di redigere un minuzioso Business Plan, per capire quali sono le spese che bisogna affrontare.

Per aprire il proprio Internet Point, servono gli stessi requisiti che servono per l’apertura di qualsiasi altra attività commerciale. Per cominciare quello che serve è:

  • Partita Iva
  • Denuncia inizio attività
  • Domanda da inviare in questura per l’autorizzazione ( che verrà da parte del questore)
  • Comunicazione al ministero delle comunicazioni dell’esercizio di un’attività basata sulle telecomunicazioni.

Perchè rivolgervi a comunicatori professionisti per i contenuti del vostro blog aziendale

Oggi come oggi, su Internet, il contenuto è tutto se si vuole che il proprio sito, o il proprio blog, attirino contatti e potenziale clientela. Ma questo contenuto è bene scriverlo internamente oppure è meglio affidarlo – con i costi relativi, ovviamente – a dei professionisti del settore? La domanda non è banale, e la risposta, in realtà, dipende non soltanto dal budget, ma anche dal tempo a disposizione. Tuttavia, eccovi quattro ragioni per scegliere di affidare la produzione di contenuto a degli autori professionisti: forse, non le avevate considerate.

Autori multipli
Solitamente, le agenzie di comunicazione dispongono di squadre di autori, che producono regolarmente contenuto di alta qualità. Questo significa che, al cambiare delle vostre necessità, possono essere dirottati sul vostro progetto più autori, se necessario, mentre il personale interno della vostra azienda non può essere alterato con tanta semplicità, soprattutto per esigenze potenzialmente temporanee e sicuramente fluttuanti.

Ottimizzazione del budget

Pagare il servizio di un’agenzia di comunicazione non costa che una frazione rispetto all’assumere un autore professionale a tempo pieno nella vostra azienda: pagate esclusivamente il tempo dedicato al vostro progetto, e soltanto quando ne avete bisogno, e non tutti gli altri costi legati ad un dipendente interno. Anche se può apparire strano, usare un servizio esterno fa risparmiare.

Scalabilità del servizio

Normalmente, se avete un blog aziendale, vi occorrerà contenuto in quantità e a scadenze regolari. Tuttavia, per esigenze temporanee e particolari, possono capitare periodi nei quali avete bisogno di più contenuti – e allo stesso tempo, altri nei quali non ve ne occorrono. Un dipendente interno ha un costo anche in questi ultimi, mentre pagando un servizio, state pagando semplicemente la produzione dei contenuti che vi occorrono, quando vi occorrono.

Qualità dei contenuti

Anche assumendo l’autore più bravo, questi avrà bisogno di tempo per familiarizzare con la tipologia di contenuti che vi occorre per la vostra azienda, e con gli argomenti che vi è necessario trattare: tempo nel quale la sua produttività sarà ridotta, ma i suoi costi no. D’altro canto, servirvi di un’agenzia di comunicazione metterà a vostra disposizione una squadra di autori fra i quali sicuramente qualcuno conoscerà il vostro settore e potrà immediatamente mettersi al lavoro per voi, con tempi di adattamento molto ridotti o assenti, e quindi una resa molto superiore dei contenuti.